Viaggio nelle catacombe di Città Sant’Angelo: teschi e resti umani sotto San Bernardo

Città Sant’Angelo. Per la prima volta, dopo 70 anni, si riaprono le antiche catacombe nel sottosuolo di Città Sant’Angelo: Italia Nostra scende nel sotterraneo di San Bernardo. Con un album postato sulla pagina Facebook ‘Italia Nostra Città Sant’Angelo’, gli scatti del fotografo Giovanni Di Gregorio mostrano la prima visita negli ultimi 70 anni ad una delle tre cripte che costituiscono il sotterraneo della Chiesa Di San Bernardo, nel Casale angolano.

Leggi tutto...

Le neviere

Quando il freddo si vendeva a peso Il freddo e il ghiaccio all’epoca della sua “riproducibilità tecnica”: un comfort al quale abbiamo fatto l’abitudine, con i nostri frigoriferi, congelatori, condizionatori. Perfino “per gioco”, si spara neve artificiale o si costruiscono palazzetti del ghiaccio. Non molto tempo fa, ci si affidava invece a neviere naturali o artificiali e i nevaroli abruzzesi godevano di particolari concessioni, privative ad hoc per esercitare il loro mestiere. Ecco cosa accadeva, quindi, fin quasi alla metà del secolo scorso.

Leggi tutto...

Le attuali Gole erano in antico denominate Fauces e, nel medioevo, davano il nome ad un abitato di nome Foce, ad un bosco (silva de Foce) e ad un torrente (il Rio La Foce). L' ingresso delle Gole in territorio di Aielli (detto in passato "Bocca di Castelluccio") è suggestivo, ma lo è ancora quando ci si inoltra nello stupendo e spettacolare canyon facilmente percorribile da giugno ad ottobre (vista la pericolosità per i periodi primaverili ed invernali.

Leggi tutto...

Trabocchi d’Abruzzo

A cena lungo la costa adriatica, sulle antiche palafitte usate dai pescatori. Gustando frittura di paranza e brodetto di pesce, seduti sul mare. “…La macchina che pareva vivere d’armonia propria, avere un’aria ed un’effige di corpo d’anima“. Così Gabriele d’Annunzio descriveva i trabocchi, originalissime costruzioni utilizzate per la pesca e diffuse lungo la costa abruzzese.

Leggi tutto...

STORIA DI UN TRABOCCO, TRAMPOLINO VERSO LA RINASCITA DELL’ABRUZZO

Antiche postazioni di pesca trasformate in trampolini sul mare, l’acqua dell’Adriatico qui è di un azzurro limpido e le spiagge sono insenature da cartolina: siamo sul litorale di Fossacesia, all’interno di uno dei golfi della celebre Costa dei Trabocchi. Con la rimozione della ferrovia che correva proprio alle spalle della catena di palafitte sul mare, la maggior parte di queste costruzioni sono diventate ristoranti e attrazione turistica d’eccellenza della costa abruzzese.

Leggi tutto...

Imagen3aiyellow

Artìcoli recenti più letti

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next
 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo