Castelbasso 2017 torna fino al 3 settembre nell’antico borgo teramano. Il fulcro della manifestazione, allestita dalla Fondazione Malvina Menegaz, è, come sempre, l’arte, con mostre di livello internazionale.  Arricchiscono la proposta estiva gli incontri con la letteratura, curati da Renato Minore. Sarà possibile avvicinare la scrittura di Franco Arminio (premio Viareggio 2017), di Teresa Ciabatti, e di Vito Teti. 

 

Tutti gli incontri sono a ingresso gratuito e si tengono, con inizio alle 21,30 in piazza Arlini.

Scrittore, poeta e “paesologo”, Franco Arminio parlerà domani, martedì 1 agosto, di Cedi la strada agli alberi (Chiarelettere, Premio Viareggio), un’opera raffinata e popolare, intreccio di passioni intime e passioni civili, che raccoglie parte della sua sterminata produzione in versi.

Teresa Ciabatti presenta, venerdì 4 agosto, il suo ultimo romanzo, La più amata (secondo classificato al premio Strega 2017).

Lo rapiscono sotto gli occhi della moglie e dei figli. Lui è un professore, primario chirurgo, massone, carrierista, forse golpista, prepotente e dissipatore.

La figlia prediletta, Teresa Ciabatti, racconta una famiglia e un’infanzia non proprio felice da principessina di un “inesistente principato della Maremma”. 

Dal Piemonte alla Sicilia i paesi si svuotano. L’antropologo Vito Teti di questi luoghi è un narratore appassionato. E come spiegherà domenica 6 agosto a Castelbasso parlando del suo libro Quel che resta (Donzelli), “che non ci sia nessuno ad abitarli, o quasi nessuno, non significa che non vi accada niente. O che ci sia poco da raccontare”.

A Castelbasso si realizza la sintesi di una visione e di un’idea di territorio, un format affermato teso al dialogo tra differenti ambiti culturali che coinvolge protagonisti dell’arte contemporanea nazionale e internazionale, e che sono il fulcro di un programma di appuntamenti che comprende letteratura, musica, incontri e laboratori didattici.

Mario Sironi e le arti povere – Assenso e dissenso (a cura di Andrea Bruciati) è il titolo dell’esposizione che sarà aperta dal 23 luglio al 3 settembre a palazzo De Sanctis. L’esposizione vuole raccontare una continuità dialettica fra i due periodi storici diversi, secondo una prospettiva concettuale eterodossa che fa propria anche la similarità di alcuni mezzi espressivi (disegni, collage, fotografie per una riduzione minima del linguaggio).

Artisti selezionati: Giovanni Anselmo, Alighiero Boetti, Pier Paolo Calzolari, Mario Ceroli, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Paolo Icaro, Fabio Mauri, Mario Merz, Marisa Merz, Giulio Paolini, Pino Pascali, Gianni Piacentino, Michelangelo Pistoletto, Emilio Prini, Gian Emilio Sansonetti, Gilberto Zorio.

A palazzo Clemente, invece, nello stesso periodo si potranno ammirare spazi dedicati ad artisti come Carla Accardi, Franco Angeli, Manfredi Beninati, Bizhan Bassiri, Luigi Boille, Thomas Braida, Mario Ceroli, Claudio Cintoli, Antonio Corpora, Patrizio Di Massimo, Tano Festa, Luca Francesconi, Giulio Frigo, Marco Gastini, Sophie Ko, Renato Mambor, Gian Marco Montesano, Marco Neri, Nunzio, Mimmo Paladino, Paolo Pretolani, Vettor Pisani, Oscar Contreras Rojas, Mimmo Rotella, Arcangelo Sassolino, Ettore Spalletti, Giuseppe Stampone, Giulio Turcato e Vedovamazzei.

Inoltre, per la sezione Performance, a cura di Pietro Gaglianò, Marco Raparelli e Giuseppe Stampone proporranno Running the fields make some noise, una mostra evento della durata di una serata (il 12 agosto).

Per la musica Simona Molinari sarà protagonista del suo omaggio alla Fitzgerald con Loving Ella (l’11 agosto sempre in piazza Arlini).

Nel programma trovano spazio anche la musica classica (a cura di Roberto Marini) con l’Hermione ensemble, che si esibirà il 5 agosto e l’enogastronomia con una serata dedicata alla Panarda, l’antica tradizione abruzzese del pasto luculliano con decine di portate (10 agosto).

Con il patrocinio e il contributo di Mibact (Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo), Regione Abruzzo, Provincia di Teramo, Comune di Castellalto, Consorzio dei Comuni B.i.m., Camera di commercio di Teramo, Fondazione Tercas, Gruppo Falone, Lea & Flò.

Di seguito le specifiche di ogni appuntamento.

Tutte le serate si svolgono in piazza Arlini.

ARTE

MARIO SIRONI E LE ARTI POVERE: ASSENSO E DISSENSO
a cura di Andrea Bruciati
Palazzo De Sanctis, orari: martedì - domenica, 19-24 (aperto lunedì 14 agosto)
Catalogo Silvana editoriale

FONDAZIONE MALVINA MENEGAZ PER LE ARTI E LE CULTURE
STORIE E OPERE
Palazzo Clemente, orari: martedì - domenica, 19-24 (aperto lunedì 14 agosto)

STACCA, STRAPPA, ATTACCA!
Laboratorio didattico per bambini da 5 a 11 anni
Tutti i martedì dal 25 luglio al 29 agosto alle 18 a Palazzo Clemente
INTERFERENZE LUMINOSE
Laboratorio didattico per bambini da 5 a 11 anni
Tutti i mercoledì dal 26 luglio al 30 agosto alle 18 a Palazzo De Sanctis

PERFORMANCE

MARCO RAPARELLI E GIUSEPPE STAMPONE 
Running the fields make some noise
12 agosto, ore 21.30

MUSICA 

SIMONA MOLINARI - Loving Ella
11 agosto, ore 21.30 

MUSICA CLASSICA

HERMIONE ENSEMBLE - L’Europa musicale tra rinascimento e barocco
5 agosto, ore 21.30

LETTERATURA

FRANCO ARMINIO - Cedi la strada agli alberi
01 agosto, ore 21.30
TERESA CIABATTI - La più amata
04 agosto, ore 21.30
VITO TETI - Quel che resta
06 agosto, ore 21.30

ENOGASTRONOMIA

LA PANARDA
10 agosto, ore 21

INFO

Palazzo Clemente e Palazzo De Sanctis, Borgo Medievale di Castelbasso
Orari: martedì - domenica, 19-24 (aperto lunedì 14 agosto)
Ingresso (valido per entrambe le mostre): 8€, ridotto 6€, gratuito per i bambini fino a 6 anni
tel. 0861.508000 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.fondazionemenegaz.it 

Fondazione Malvina Menegaz  per le arti e le culture
Paolo Di Vincenzo – ufficio stampa - 329 4728922

http://www.abruzzoweb.it/contenuti/una-settimana-tra-arte-musica-e-letteratura-a-castelbasso/633863-1/

 


Imagen3aiyellow

Artìcoli recenti più letti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next
 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo