A Castelli (Teramo) l’arte lancia un messaggio sulla ricostruzione a 360 gradi dopo il terremoto e la tragica nevicata dello scorso 18 gennaio con l'iniziativa "CalceViva", organizzata dall’associazione Onlus Genius Loci. "Il progetto CalceViva ha voluto, attraverso il recupero dei frammenti di ceramica rotti, dare un nuovo volto e creare un luogo di aggregazione nella piazzetta di via Concezio Rosa, attraverso la decorazione di un muro di cemento", si legge in una nota.

 

L’artista castellana Beatrice Celli ha realizzato un’opera utilizzando tecniche pittoriche, scarti di ceramica e, appunto, calce viva, opera che è stata inaugurata dal giovane sindaco, Rinaldo Seca, nel corso di un salotto culturale, allestito all’aperto e alla presenza di artisti castellani e abruzzesi.

"La decorazione del muro vuole rappresentare l’inizio di un nuovo percorso artistico e culturale che ha come punto centrale la ceramica di Castelli e come obiettivo anche il recupero di aree degradate", spiega ancora la nota.

“CalceViva con energia ed entusiasmo, porterà lontano la valorizzazione del senso civico di appartenenza perché i luoghi nutrono la nostra mente", sottolinea il presidente dell’associazione Genius Loci, Maura Ianni.

Il progetto è stato finanziato dal comune di Castelli e realizzato anche con il supporto di ragazzi, persone del posto e dalla locale proloco.

http://www.abruzzoweb.it/contenuti/castelli-arte-da-pezzi-di-ceramica-e-calce-per-rilancio-post-terremoto/636169-11/


Imagen3aiyellow

 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo