Scoperto l’astragalo nano in Abruzzo: resiste dai tempi dei mammut

Scoperta una nuova specie da aggiungere alla flora dell’Appennino, giunta fino a noi direttamente dai tempi in cui la conca del Fucino era coperta dalla steppa e in tutta la Penisola pascolavano i mammut. Appena fuori dei confini del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, nel comune di Ortona dei Marsi, i botanici del Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università della Tuscia hanno catalogato l’Astragalo nano (Astragalus exscapus), pianta tipica proprio degli ambienti di steppa dell’Europa Orientale e in Italia conosciuta finora solo sulle Alpi, dove peraltro è molto rara. Grossa erba perenne, appartiene alla famiglia delle leguminose, e presenta robuste radici legnose e grandi fiori gialli.

Leggi tutto...

Parco Majella pubblica

Sulmona. Con la volontà di promuovere e far conoscere le proprietà delle piante officinali e tintorie presenti sul territorio, il Parco Nazionale della Majella ha recentemente pubblicato una guida che vuol accompagnare l’appassionato e il neofita in un interessante cammino volto ad una più approfondita conoscenza delle principali piante presenti in natura:

Leggi tutto...

pastori abruzzesi e non maremmani

“Fra le tragiche vicende che in questi giorni hanno colpito l’Abruzzo le sorti di una coppia di cani da pecora abruzzesi, Nuvola e Luna, con la loro cucciolata ha commosso e intenerito molti di quelli che hanno seguito l’evolversi dei fatti. I cronisti televisivi intervenuti nella vicenda hanno continuato a chiamare questi cani maremmani. Cani che sono invece abruzzesi al cento per cento ed è ora che agli ambienti della cultura cinofila nazionale vengano fornite le giuste e dovute informazioni”.

Leggi tutto...

Un totale di 130mila ettari di superficie che ospitano il 20% delle specie vegetali considerate a rischio di conservazione in Italia, 18 specie di mammiferi a rischio estinzione tra cui orso, lupo, lontra, stambecco e lince, e in cui nidifica il 70% delle 188 specie protette di uccelli. In Italia, il Paese con la più alta biodiversità in Europa, le 130 riserve naturali gestite dal Corpo Forestale dello Stato, rappresentano una vera e propria cassaforte nazionale di biodiversità.

Leggi tutto...

La Lontra vive anche sul fiume Trigno, il corso d'acqua che segna il confine tra Abruzzo e Molise. La presenza del mammifero altamente protetto e che sopravvive in Italia solo in alcune zone naturali tra cui il parco della Maiella, è stata rilevata più volte nell'area Sic (sito di interesse comunitario) del medio e basso corso del Trigno.

Leggi tutto...

Rispondo a chi mi pone questa domanda: sinceramente… credi esista allora la lince in Appennino?

E se si è popolazione residuale o frutto come nei Pirenei di reintroduzione clandestina?

Risposta: Sinceramente, non vedo perché animali elusivi come la lince non possano sopravvivere a lungo in ambienti remoti, densi di foreste e poco frequentati , senza farsi notare…

Leggi tutto...

Imagen3aiyellow

Artìcoli recenti più letti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next
 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo