Importanti riconoscimenti per i ristoranti teramani. La premiazione avvenuta ieri a Roma nel corso della presentazione della guida Ristoranti d’Italia 2018

Nel corso della presentazione dell’edizione numero 28 della guida Ristoranti d’Italia 2018 del Gambero Rosso importanti riconoscimenti per la ristorazione teramana. Il ristorante “Zunica 1880” di Civitella del Tronto è stato insignito del premio speciale come ristorante con il miglior rapporto qualità/prezzo (votazione 85/100); per l’Abruzzo nella categoria entra quest’anno anche un altro ristorante teramano: “Borgo Spoltino” di Mosciano Sant’Angelo dello chef Gabriele Marrangoni.

Leggi tutto...

LA VENTRICINA DEL VASTESE MIGLIOR SALAME D’ITALIA

La ventricina del Vastese, presidio Slow Food, è stato proclamato miglior salame d’Italia al Campionato nazionale del salame 2017 di Montecatini Terme (Pistoia). Il primo posto è andato alla ventricina delle Fattorie del Tratturo di Scerni (Chieti), già vincitrice altre due volte e campione uscente, al secondo quella della piccola azienda Ventricine Racciatti Sas di Furci (Chieti).

Leggi tutto...

 

Mani, vite e vino: un rapporto intimo e inscindibile quello tra l’uomo e la terra, raccontato nelle immagini che contraddistinguono la quarta edizione della guida realizzata dall’Associazione Italiana Sommelier, svelata come ogni anno all’appuntamento oggi 21 ottobre  allo spazio The Mall a Milano, per la presentazione della Guida Vitae 2018 c

Una grande guida frutto di una ricercata selezione di qualità delle realtà vinicole italiane, il focus della guida mira a dare un’informazione del territorio come modello, perché le vigne in esso di identificano.

Leggi tutto...

CERASUOLO D’ABRUZZO VINO DI TENDENZA CONQUISTA I PALATI E LE BOLLICINE SI FANNO STRADA

L’AQUILA – Il Cerasuolo d’Abruzzo è senza dubbio il vino di “tendenza” del momento. Una conferma per gli addetti ai lavori e una grande scoperta per i novelli buongustai in numero sempre crescente, il nettare delle uve Montepulciano, dal colore rosso ciliegia o “cerascia” in dialetto abruzzese, eletto talvolta impropriamente a vino rosato dai calici meno esperti, varca anche i confini regionali viste le sue caratteristiche organolettiche che lo rendono il compagno ideale di tante pietanze.

Leggi tutto...

La storia del baccalà e di un naufragio sulle coste norvegesi nel 1432

Uno degli ingredienti che non manca mai sulle tavole abruzzesi è il baccalà. Spesso si fa confusione tra baccalà e stoccafisso, ma bisogna precisare che si parla dello stesso pesce, il merluzzo, conservato in modi differenti: il primo si conserva sotto sale mentre il secondo viene essiccato.

Entrambi, per il loro basso costo, erano considerati cibo dei poveri ed è per questo che, ancora oggi, troviamo questi due ingredienti nelle ricette tradizionali di molte regioni italiane.

Leggi tutto...

Imagen3aiyellow

Artìcoli recenti più letti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next
 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo