PASSEGGIATA NATURALISTICA maiellaL'ambiente naturale, con una pressione antropica sulla regione che è inferiore alla media nazionale per densità di popolazione e con un territorio per buona parte montuoso e coperto di boschi, versa in condizioni complessivamente soddisfacenti; tanto che varie specie di fauna selvatica, lupi e orsi compresi, vi trovano un habitat adatto per la riproduzione. Un tale risultato è reso possibile grazie al tradizionale isolamento delle zone interne e alla protezione di cui beneficiano larghe estensioni di territorio.

Leggi tutto...

 teramo 003A partire dagli anni Sessanta del Novecento, rivolgimenti causati dallo sviluppo economico accelerato della regione hanno trasformato il quadro tradizionale degli insediamenti, determinando anche nuove gerarchie urbane. Infatti, pur mancando un grande polo di aggregazione abitativa sul territorio, Pescara, che è l'unica città della regione con una popolazione superiore a 100.000 abitanti, è divenuta il baricentro economico e delle vie di comunicazione, grazie alla sua posizione centrale sull'asse litoraneo regionale; essa, tra l'altro, si lega alla vicina Chieti, costituendo una sorta di piccola conurbazione formata da un tessuto suburbano ricco di insediamenti e di infrastrutture di comunicazione:

Leggi tutto...

comuni abruzzoL'Abruzzo è situato nel cuore dell'Italia appenninica, in cui si trovano i massicci e le vette più elevati dell'intero sistema montuoso peninsulare del Paese; l'altra componente che lo caratterizza è l'Adriatico, il quale gli conferisce anche uno spiccato carattere marittimo, che si riflette nelle attività dei suoi abitanti.

Leggi tutto...

Ecco il suggestivo panorama da Rocca Calascio in Abruzzo Foto di Mzria Grazia FelsLa superficie regionale sul piano orografico è costituita da una fascia costiera collinare, da un'altra area collinare intermedia e da un interno montuoso comprendente all'incirca i due terzi dell'estensione complessiva. È, dunque, una regione prevalentemente montuosa, la cui estremità orientale, superando lo spartiacque appenninico, fa parte del bacino tirrenico: a questo versante appartengono i monti Simbruini.

Leggi tutto...

04 abruzzo2020 demografiaL'Abruzzo presenta caratteristiche demografiche tipiche delle regioni italiane prevalentemente montuose: tendenza allo spopolamento sui rilievi e, per contro, sviluppo abitativo sulle coste per via delle maggiori possibilità di impiego che esse offrono.

Infatti, eccetto L'Aquila e i centri di media grandezza di Sulmona e di Avezzano, situati in conche intramontane, i comuni dell'interno continuano a perdere popolazione, riducendosi, talora, a villaggi abitati perlopiù da anziani.

Leggi tutto...

preistoriaPreistoria:
I giacimenti della valle Giumentina, delle Svolte di Popoli e di Madonna del Freddo rappresentano le fasi più antiche della preistoria dell'Abruzzo, con industrie a bifacciali riferite a fasi medio-arcaiche dell'Acheuleano e complessi su scheggia con caratteri clactoniani. Il Paleolitico medio è rappresentato da strumenti litici di tipo musteriano e levalloisiano, provenienti per la maggior parte da giacimenti all'aperto.

Leggi tutto...

aeroportoGeneralità:
Integrata nel Regno di Napoli fino all'Unità d'Italia, la regione, pur situata nel centro della penisola, sul piano economico ha gravitato intorno alle regioni del Sud. Inoltre, il territorio prevalentemente montuoso vi ha favorito a lungo le attività silvo-pastorali in luogo di un'agricoltura moderna e di altre attività maggiormente avanzate. A ritardare lo sviluppo dell'Abruzzo ha contribuito anche un'emigrazione particolarmente intensa; basti pensare che dall'Unità alla prima guerra mondiale ben 700.000 persone hanno abbandonato permanentemente la regione; e a queste se ne sono aggiunte altre 450.000 dopo il secondo dopoguerra.

Leggi tutto...

76399 446632522061039 28520607 nNella regione fiorì isolata una civiltà artistica che non trova legami con le altre più evolute manifestazioni dei popoli italici. Fra le testimonianze più antiche (sec. VI-II a. C.) si registrano resti di insediamenti fortificati, necropoli e altri reperti archeologici tra cui primeggia, per la sua potenza stilistica, l'enigmatica statua del Guerriero di Capestrano (sec. VI a. C., conservata a Chieti nel Museo Nazionale Archeologico). Con l'avvento del dominio di Roma, documentato nei suoi primi contatti con gli Italici nei resti di alcuni monumenti (santuario di Ercole Curino, presso Sulmona, siti archeologici di Alba Fucens, nei pressi di Massa d'Albe, e di Iuvanum), la fisionomia degli antichi centri mutò: lo attestano le numerose vestigia rimaste, tra cui il teatro di Chieti, l'anfiteatro e il teatro di Amiternum, le colonne corinzie e la stessa base romana della chiesa di San Pietro ad Alba Fucens.

Leggi tutto...

infiorataGeneralità:

Eredità di un passato in cui fu patria di diverse genti italiche, l'Abruzzo è una terra culturalmente molto sfaccettata e con un ricco patrimonio di usi, costumi e tradizioni che il recente decollo economico non ha cancellato.
Figure importanti come G. D'Annunzio e B. Croce, artisti e scrittori quali F. P. Michetti, I. Silone, E. Flaiano, la dinastia dei pittori, scultori e ceramisti Cascella sono tra gli esponenti più importanti che, fra i sec. XIX e XX, hanno contribuito a far conoscere l'Abruzzo.

Leggi tutto...
 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo