parco nazionale d'Abruzzo

  • “Cambio vita e vado a stare in montagna”

    “Cambio vita e vado a stare in montagna”

    Da una boutique di alta moda al Parco Nazionale d'Abruzzo, circondata dagli animali. Maria Felicia Coppola ci ha raccontato come ha cambiato vita per trasferirsi in montagna, dove ha dato vita al Rifuglio Selva Bella, un luogo magico immerso nella natura.

  • #lamiabuonanotizia, una storia di integrazione che arriva dall’Abruzzo

    #lamiabuonanotizia, una storia di integrazione che arriva dall’Abruzzo

    C’è Bubbacar che fa il giardiniere in un residence, Sulayman l’aiuto commesso in un negozio, Gibril lavora con un artigiano delle pelli e Ousmane con una impresa di pulizie. E poi ci sono camerieri, lavapiatti, c’è Blessing che canta nel coro del paese, così come c’è un nigeriano laureato in Microbiologia che qui è stato preso a collaborare con il Parco Nazionale. Succede a Pescasseroli, sui monti d’Abruzzo.

  • Abruzzo e natura: è in arrivo 'Il Ritratto del Tempo'

    Abruzzo e natura

    Nel miracolo della vita che rinasce ad ogni stagione, c’è lo spunto a fare delle difficoltà stesse un'autentica risorsa.

    I mesi scorsi non sono stati per niente facili per l'Abruzzo. Il popolo abruzzese è ancora segnato dalla ribellione di Madre Natura, ma nonostante ciò non ha mai smesso di amare la propria terra e lo splendore che essa racchiude.

  • Abruzzo, famiglia di sei lupi a spasso sulle cime innevate

     

    Spettacolo sulle cime innevate del Parco Nazionale d'Abruzzo. Come mostra il video realizzato dallo zoologo Paolo Forconi e pubblicato sulla pagina Facebook 'Paesaggi d'Abruzzo', è stata avvistata una famiglia di sei lupi che si aggirava in fila indiana sulle bianche vette abruzzesi. 

  • Abruzzo, la cerva mette in fuga il lupo per salvare il cucciolo

    Abruzzo, la cerva mette in fuga il lupo per salvare il cucciolo

    Parco nazionale d'Abruzzo, area del monte Marsicano. Alcuni lupi si nascondono dietro una roccia e puntano due cerve con i cuccioli, due piccoli di 10 giorni di vita. Uno dei lupi, dopo un flebile ululato, va deciso in direzione della cerva, che però lo carica e riesce a scacciarlo. "In questo periodo nascono moltissimi cerbiatti - spiega l'autore del video ed esperto di trekking Pietro Santucci - e i predatori cercano di approfittarne.

  • Abruzzo. Un libro di foto per tutelare l'Orsetta Morena

    Abruzzo. Un libro di foto per tutelare l'Orsetta Morena

    Il volume è a cura del Parco nazionale e servirà a finanziare i progetti di salvaguardia della piccola tornata alla natura cinque mesi fa. Un libro a cura del Parco nazionale d'Abruzzo per salvare l'orsetta Morena svezzata e già sottratta alla morte e allevata con successo dai biologi e veterinari del Parco. Ora con il libro realizzato dal fotografo Maurizio Valentini che racconta con delle immagine meravigliose un riuscitissimo binomio tra l'Abruzzo e l'orso si finanzieranno le azioni di tutela dell'orsetta.

  • AIW: ‘Orsi e uomini in Abruzzo: quali sono le verità e quali le fake news’

    AIW: ‘Orsi e uomini in Abruzzo: quali sono le verità e quali le fake news’

    Pescasseroli. Due sono gli accadimenti che hanno fatto parlare e scrivere di orsi in questa torrida estate. Prima, l’aggressione di un orso ad una persona in Trentino; poi l’entrata di un orso marsicano in un’abitazione in Abruzzo. Franco Zunino, Segretario Generale dell’Associazione Italiana Wilderness, prova a dare la propria versione dei fatti al riguardo.

  • AIW: APPELLO CONTRO IL DEPURATORE NEL PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO

    L'Associazione Nazionale Wilderness ha formalmente inviato alle autorità competenti un documento di opposizione al progetto di un depuratore a Pescasseroli (Parco Nazionale d'Abruzzo), stilato dall'emerito Prof. Franco Pedrotti dell'Università di Camerino, noto ambientalista di livello internazionale, profondo studioso e conoscitore del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, nonché suo storico difensore.

     

  • Allarme orso bruno in Abruzzo: il gigante a passeggio tra le case. VIDEO

    Allarme orso bruno in Abruzzo

    Il presidente del Parco d'Abruzzo incontra i cittadini: “Keep calm e levategli subito il cibo. Se lasciato in pace non è pericoloso”

    Un orso bruno ha divorato una montagna di carote. Forse lo stesso gigante delle montagne abruzzesi è il responsabile della devastazione di un campo di arnie e del “furto” di almeno 60 chili di miele. E poi gallinai depredati e galline scomparse e persino un pregiato coniglio di razza divorato in un boccone unico, così come di un frutteto a mele c'è rimasto poco e niente. A Lecce nei Marsi, mille abitanti circa, adagiato sulla montagna che divide il Fucino dalla celeberrima Pesacasseroli e metà preferita da migliaia di romani, scatta la sindrome dell'orso.

  • Artisti orvietani in trasferta in Abruzzo

    Artisti orvietani in trasferta in Abruzzo

    Merita una nota di compiacimento la trasferta di due talenti orvietani – Daniela Aloisi e Marco Basili - selezionati da Fabiola di Tella, assistente di Lucia Latour, da tempo residente nella città del tufo – per una mostra d’arte, “Spazio Bianco” dal 16 al 18 agosto, a Villetta Barrea (AQ), splendido borgo nel cuore del Parco Nazionale d'Abruzzo.

  • Bruno d'Amicis: Andar per lupi, nel Parco Nazionale d'Abruzzo

     Andar per lupi, nel Parco Nazionale d'Abruzzo

    Si può venire a Roma anche solo per vedere una mostra fotografica. Si può venire a Roma anche solo per vedere immortalati i lupi nelle immagini di Bruno D'Amicis che mostrano il Parco Nazionale d'Abruzzo.

    E' un omaggio al Lupo, animale carismatico che ha ispirato le più svariate tradizioni e leggende, la mostra fotografica ospitata nella Sala della Balena del Museo Civico di Zoologia, dal titolo "Tempo da Lupi". In esposizione, dal 5 ottobre al 13 novembre 2016, le suggestive foto (10 pannelli formato 120x80) di Bruno D'Amicis, fotografo-biologo, che immortalano il Lupo nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, proprio nel suo ambiente naturale.

  • Da Ortona arrivano i vini biovegan, il ricavato al Parco Nazionale d'Abruzzo

    Da Ortona arrivano i vini biovegan, il ricavato al Parco Nazionale d'Abruzzo

    I vini d’Abruzzo diventano veg e sostenibili: Codice Citra ha infatti lanciato due nuove linee di vini biovegan, ChiChiBio e DEEA, che rafforzano il loro legame con il territorio grazie alla collaborazione con il Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise, a cui andrà una parte del ricavato dalle vendite.

  • Due borghi abruzzesi tra i 25 più affascinanti d'Italia


    Scanno e Santo Stefano di Sessanio segnalati dai viaggiatori della comunity Minube che conta quasi un milione e mezzo di iscritti in tutto il mondo.

    l laghetto di Santo Stefano di Sessanio in provincia dell'Aquila nell'area del Parco Gran Sasso Monti della Laga

  • Gli auguri di buon compleanno al Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise

    Gli auguri di buon compleanno al Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise

     Il Parco nazionale d'Abruzzo, divenuto poi Lazio e Molise, fu inaugurato il 9 settembre del 1922, esattamente 95 anni fa. E' una delle prime aree protette italiane e la sua istituzione dà l'avvio a una lunga storia di ambientalismo di cui oggi Federparchi si sente depositaria. L'ideatore e istitutore – giusto menzionarlo – fu l'ingegner Erminio Sipari, che da un'antica riserva reale di caccia fece nascere il Parco, allo scopo di salvaguardare un territorio ricchissimo di biodiversità.

  • IL 'NO' ALL'ABBATTIMENTO LUPI ''QUI IN ABRUZZO LI AMIAMO, SOLO I CACCIATORI LI ODIANO''

    IL 'NO' ALL'ABBATTIMENTO LUPI

    L'AQUILA - "I lupi? Qua la gente ci tiene. Ha capito che non sono pericolosi, non fanno danni e non hanno mai aggredito nessuno. Quando qualcuno li vede, lo racconta a tutti entusiasta".

    Cronache dalla terra dei lupi. Villetta Barrea, in provincia dell'Aquila, nel cuore del Parco nazionale d'Abruzzo. Su questi monti i lupi sono di casa, trovano cervi e cinghiali in abbondanza da predare. 

  • Il lento deterioramento del Parco d'Abruzzo

    Il lento deterioramento del Parco d'Abruzzo

    Con la denuncia il Comitato spera di «scongiurare la catastrofe, il cui simbolo evidente sta oggi nel progressivo declino delle preziosissime specie animali per cui all'inizio del secolo scorso questo parco era stato istituito: l'Orso marsicano e il Camoscio d'Abruzzo»

  • IL PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO

    IL PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO

    La prima proposta del Parco Nazionale d'Abruzzo fu fatta nel 1917 dalla Federazione Pro-Montibus et Silvis, un’associazione ambientalista di Bologna, che sulla scia dei grandi parchi Americani, voleva dare inizio alla protezione ambientale in Italia.

  • L'orso Mario e il panettone: storia di una convivenza difficile

    L'orso Mario e il panettone: storia di una convivenza difficile

    La convivenza uomo- animale, si sa non sempre é una cosa semplice.  A volte occorre scendere a compromessi per salvaguardare la natura, a volte, più spesso purtroppo, sono gli uomini ad avere la meglio e a costringere gli animali ad abbandonare quelli che dovrebbero essere i loro habitat.

  • Morta l'orsetta Morena, fallisce reinserimento in natura

    Le vicende dell'orsetta Morena sono sempre state a cuore per la nostra comunità. Dal mommento che è stata incontrata così come tutte le cure ricevute e la sua liberazione nel Parco sono sempre state notizia per noi. L'hanno ritrovata morta all'interno del Parco Nazionale: l'orsetta Morena aveva oltre un anno ed era stata rilasciata in natura lo scorso dicembre dopo essere stata ritrovata senza mamma nella primavera del 2015, ma non ce l'ha fatta. L'esame esterno della carcassa da parte del veterinario del Parco non ha consentito di stabilire le cause di morte per la rapida decomposizione, accelerata dalle temperature elevate di questi giorni.

     

  • Parco 1923, gli odori del Parco Nazionale d'Abruzzo racchiusi in una fragranza

    Parco 1923, gli odori del Parco Nazionale d'Abruzzo racchiusi in una fragranza

    Parco 1923 è il profumo di una storia antica, fatta di boschi millenari, piante magiche e uniche al mondo che crescono nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, che verrà presentato ufficialmente oggi 29 luglio, alle ore 18, presso il centro visite del parco a Pescasseroli. L’anno che dà il nome alla nuovissima fragranza rappresenta la data di nascita di uno dei parchi più antichi d’Europa. L’inimitabilità del profumo è data dalla piramide olfattiva unica che racchiude un mix di piante, che crescono per la maggior parte all’interno della riserva naturale.

 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo